Perchè chi ha i tatuaggi non può donare il sangue?

tatuaggi donare il sangue

Donare sangue è un atto civico, che si fa per dimostrare la propria solidarietà alla comunità di appartenenza, in un momento di bisogno. Ma ci sono regole da seguire, e ce n’è una di cui non si parla spesso. Riguarda le persone con tatuaggi. Negli ultimi anni i tatuaggi sono diventati di moda, ma attenzione: i tatuaggi a volte sono incompatibili con la donazione del sangue.

Perchè chi ha i tatuaggi non può donare il sangue?

La misura di restrizione nel poter donare il proprio sangue per le persone con tatuaggi è temporanea. Dura quattro mesi dal momento in cui è stato fatto il tatuaggio. Inoltre, questa regola non si applica solo alle persone con tatuaggi, ma anche a coloro che si applicano un piercing. Sia i tatuaggi che i piercing infatti, si tratta di traumi alla pelle, una sorta di rottura dell’epidermide, che causano una risposta infiammatoria prolungata, incompatibile di fatto con la donazione.

Potenziale rischio di malattie del sangue

Oltre all’ovvia impossibilità di donazione con un processo infiammatorio in corso, c’è un’altra ragione per cui è vietato donare il sangue per almeno quattro mesi dopo essere stati tatuati, ed è ancora più seria.

Nell’atto del tatuaggio o immissione del piercing, vengono utilizzati gli aghi, e se questi lavori vengono eseguiti con materiale non sterile e contaminato, puoi essere venuto a contatto con malattie molto serie come l’epatite o addirittura l’HIV. Questo tipo di patologia è rilevabile solo dopo 3 mesi, ecco perché devi aspettare prima di poter donare il sangue.

Potrebbe interessarti anche:   Perché si accumula grasso sulla pancia?

Was this helpful?

/

Lascia un commento 0